Aarakocra

Da Miniature Fantasy.

Umanoide mostruoso medio

Taglia: Media

GS: 1/2

Allineamento: Spesso neutrale buono

Iniziativa: +2 (Des)

  • Difesa

Classe Armatura: 13 (+2 des, +1 naturale), 12 contatto, 11 colto alla sprovvista

Dadi Vita: 1d8 (4 pf)

Tiri salvezza: Temp +0, Rifl +4, Vol +2

Qualità speciali: -

  • Attacco

Velocità: 6 m, volare 27 m (normale)

Attacco: Grinfia +0 in mischia 1d4-1 o giavellotto +3 a distanza 1d6-1

Attacco completo: 2 Grinfie +0 in mischia o giavellotto +3 a distanza 1d6-1

Spazio/Portata: 1,5 m/1,5 m

Attacchi speciali: Morso, evoca elementale dell'aria grande

  • Statistiche

Caratteristiche: For 9, Des 15, Cos 10, Int 10, Sag 11, Car 10

Attacco base/Lotta: +1/+0

Talenti: Attacco in volo

Abilità: artigianato +4, ascoltare +4, conoscenza della natura +4, osservare +4, sopravvivenza +4

Linguaggi: Comune, Auran

  • Ecologia

Ambiente: Montagne calde e temperate

Organizzazione: Solitario, stormo (3-6) o tribù (11-30 più chierico di 3°-5° livello)

Tesoro: Standard

Avanzamento: Per classe del personaggio

Modificatore di livello: +0

Cacciatori dei cieli, uomini uccello, teste piumate: gli Aarakocra si sono guadagnati una gran quantità di appellativi, e non tutti gentili, dati loro dagli avventurieri, dai montanari e dai contadini.

Gli Aarakocra sono umanoidi aviari alti circa 1,5 metri e con un'apertura alare di 6 metri. Hanno le ossa cave e pertanto mediamente raggiungono un peso di soli 40,5 kg. A metà del bordo superiore di ciascuna ala, fuoriesce una mano con tre dita che si rivela utile quasi quanto una mano umana, quando gli Aarakocra si trovano al suolo. I muscoli alati sono ancorati alle ossa della cassa toracica che funge in certa misura da armatura naturale. Le possenti gambe terminano in grinfie affilate che possono ritrarsi fino a scoprire un ulteriore paio di mani pensili.

Le teste sembrano il frutto di un incrocio tra un pappagallo e un'aquila. Il becco è di un colore nero-grigio, gli occhi sono neri e disposti frontalmente sulla testa, consentendo in tal modo una perfetta visione binoculare. Il colore del piumaggio varia di tribù in tribù, ma di norma le piume dei maschi sono di un rosso brillante, arancioni o gialle, mentre quelle delle femmine tendono soprattutto al grigio e al marrone.

Gli Aarakocra parlano il Comune e l'Auran.

  • Combattimento

Gli Aarakocra evitano i combattimenti al suolo, preferendo quelli in volo. Piombano sui nemici colpendoli con le grinfie o scagliando i loro giavellotti da lontano. Di norma un Aarakocra combattente ne trasporta sei assicuati alla cassa toracica dentro singoli foderi.

Morso (Str): Dopo essersi posato al suolo, un Aarakocra attacca col becco (+1 in mischia), infliggendo per ogni colpo andato a segno 1d3 danni.

Evoca elementale dell'aria grande (Sop): Un gruppo di cinque Aarakocra che comprende almeno un chierico, può lanciare Evoca mostri VI per evocare un elementale dell'aria grande. Affinché l'incantesimo si compia, gli Aarakocra devono eseguire in volo un'elaborata danza per 3 round.

  • Personaggi Aarakocra

I capi Aarakocra sono di norma guerrieri e quella del guerriero è la loro classe preferita. I chierici hanno accesso ai domini dell'Aria, della Guarigione e del Sole.

  • Società degli Aarakocra

Le tribù degli Aarakocra si spartiscono un territorio di caccia pari a un quadrato con lato di 160 km, anche se i confini non sono poi così netti. Qualsiasi tipo di cacciagione all'interno del territorio di una tribù viene considerata una preda potenziale, compresi gli animali domestici di una fattoria umana.

Una stessa tribù condivide un grande nido a cielo aperto costruito con viticci intrecciati. Il membro più anziano ricopre la funzione di capotribù, assistito nel suo compito dagli sciamani. I maschi trascorrono il giorno cacciando, mentre le femmine fabbricano armi e attrezzi.

Gli Aarakocra soffrono di claustrofobia e non si introdurranno di loro iniziativa in caverne, edifici o altri luoghi chiusi.

  • Nei Reami

I saggi narrano che gli Aarakocra sono una razza migratoria, originariamente nativa della lontana terra di Matzica, nel lontano occidente. Non si sono mai davvero ambientati a Faerûn, dove hanno formato solo quattro colonie principali: sui Monti della Stella nella Grande Foresta, sui Corni Tempestosi nel Cormyr, sulle Montagne dei Garofani presso il Golfo di Vilhon e sulle Scogliere Brumose nel Chult. Nell'ultimo decenno la furia di Elaacrimalicros, un antico Drago verde, ha spazzato via la colonia dei Monti della Stella. I sopravvissuti di qui territori, e gli Aarakocra di tutto Faerûn, hanno giurato al drago vendetta. Da allora gli Aarakocra più audaci capitano con sempre maggiore frequenza nei territori popolati del Nord e del Cormyr.

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti