Desiderio

Da Miniature Fantasy.

Universale

Livello: Str 9

Componenti: V, PE

Tempo di lancio: 1 azione standard

Raggio di azione: Vedi testo

Bersaglio, Effetto o Bersaglio, area, effetto: Vedi testo

Durata: Vedi testo

Tiro salvezza: Vedi testo

Resistenza agli incantesimi: Sì

Desiderio è il più potente incantesimo che un mago o uno stregone possa lanciare. Semplicemente parlando, l'incantatore può alterare la realtà e plasmarla secondo i suoi desideri. Anche desiderio, tuttavia, ha i suoi limiti. Un incantesimo desiderio può ottenere uno degli effetti seguenti: • Duplicare qualsiasi incantesimo da mago o da stregone di 8° livello o inferiore, purché l'incantesimo non sia di una scuola proibita all'incantatore.

• Duplicare qualsiasi altro incantesimo di 6° livello o inferiore, purché l'incantesimo non sia di una scuola proibita all'incantatore.

• Duplicare qualsiasi incantesimo da mago o da stregone di 7° livello o inferiore, anche se l'incantesimo è di una scuola proibita all'incantatore.

• Duplicare qualsiasi altro incantesimo di 5° livello o inferiore, anche se l'incantesimo è di una scuola proibita all'incantatore.

• Annullare gli effetti nocivi di molti altri incantesimi, come costrizione/cerca o demenza.

• Creare un oggetto non magico fino a un valore di 25000 mo.

• Creare un oggetto magico, o aggiungere altri poteri a un oggetto magico esistente.

• Conferire a una creatura un bonus intrinseco di +1 a un punteggio di caratteristica. Una serie da due a cinque desideri lanciati in immediata successione possono conferire a una creatura un bonus intrinseco da +2 a +5 a un punteggio di caratteristica (due desideri per un bonus di +2, tre per un bonus di +3 e così via). I bonus intrinseci sono istantanei e non possono essere dissolti.

Nota: Un bonus intrinseco non può superare il valore di +5 per
un singolo punteggio di caratteristica, e non si accumula mai a
eventuali bonus precedenti, per cui si applica solo il bonus migliore. 

• Rimuovere ferite e afflizioni. Un singolo desiderio può aiutare una creatura per ogni livello dell'incantatore, e tutti i soggetti devono essere curati dallo stesso tipo di afflizione. Ad esempio, l'incantatore può curare tutti i danni subiti da lui e dal suo gruppo, o rimuovere gli effetti del veleno su tutto il gruppo, ma non entrambi usando lo stesso desiderio. Un desiderio non può mai essere usato per recuperare punti esperienza perduti attraverso il lancio di un incantesimo o la perdita di livelli o di Costituzione subita per essere stati rianimati dalla morte.

• Risorgere i morti. Un desiderio può riportare in vita una creatura morta duplicando gli effetti di un incantesimo resurrezione. Un desiderio può anche riportare in vita una creatura il cui corpo sia stato distrutto, ma per farlo l'incantesimo va lanciato due volte: uno per ricreare il corpo e un altro per infondere nuovamente la vita nel corpo. Un desiderio non può impedire a un personaggio che sia stato riportato in vita di perdere un livello di esperienza.

• Trasportare viaggiatori. Un desiderio può prelevare una creatura per livello dell'incantatore da qualsiasi luogo in qualsiasi piano e collocarla in qualsiasi altro luogo in qualsiasi altro piano indipendentemente dalle condizioni locali. Un soggetto non consenziente ha diritto a un tiro salvezza sulla Volontà per negare gli effetti e applica la sua resistenza agli incantesimi (se posseduta).

• Annullare un evento negativo. Un desiderio può annullare un singolo evento recente. Il desiderio permettere di ritirare un qualsiasi lancio effettuato nell'ultimo round (incluso l'ultimo turno dell'incantatore). La realtà si riassesta per conformarsi al nuovo risultato. Ad esempio, un desiderio potrebbe annullare il tiro salvezza riuscito di un avversario, il colpo critico andato a segno di un nemico (o il tiro per colpire o il tiro per il critico), il tiro salvezza fallito di un amico e così via. Il tiro effettuato nuovamente, tuttavia, potrebbe anche essere pari o inferiore al vecchio risultato.

Un bersaglio non consenziente ha diritto a un tiro salvezza sulla Volontà per negare gli effetti e applica la sua resistenza agli incantesimi (se posseduta).

L'incantatore può richiedere anche effetti superiori a questi, ma farlo è pericoloso.

Un desiderio di questo genere può concedere al DM l'opportunità di esaudire la richiesta dell'incantatore senza però farlo completamente.

(Il desiderio potrebbe distorcere il suo desiderio esaudendolo in maniera letterale ma sgradita, oppure esaudendolo solo parzialmente).

Ad esempio, se l'incantatore desidera un bastone dei magi, l'incantesimo potrebbe teletrasportarlo in presenza dell'attuale proprietario del bastone.

Se l'incantatore desidera diventare immortale, l'incantesimo potrebbe imprigionarlo in uno spazio nascosto extradimensionale (come per l'incantesimo imprigionare) dove potrebbe "vivere" all'infinito.

Gli incantesimi duplicati consentono tiri salvezza e resistenza agli incantesimi come le versioni normali (ma le CD sono per un incantesimo di 9° livello).

Componente materiale: Quando un desiderio duplica un incantesimo che ha una componente materiale che costa più di 10000 mo, l'incantatore deve fornire quella componente.

Costo in PE: Il costo minimo in PE per lanciare desiderio è 5000 PE.

Quando un desiderio duplica un incantesimo che ha un costo in PE, l'incantatore deve pagare 5000 PE oppure quel costo, a seconda di quale sia il più alto dei due.

Quando un desiderio crea o migliora un oggetto magico, l'incantatore deve il doppio del normale costo in PE per creare o migliorare l'oggetto, più 5000 PE addizionali.

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti